Diga della Val di Lei

Nome progetto:
Diga della Val di Lei


Paese:
Svizzera

Cliente:
Kraftwerke Hinterrhein A.G. – K.R.R. – Thusis

Durata lavori:
1957-1960

La diga, costruita alla fine degli anni cinquanta, sorge al confine tra Italia e Svizzera ad un’altezza di oltre 2.000 metri.

La diga della Val di Lei sorge in territorio svizzero nel comune di Ferrera (Farera), nel cantone dei Grigioni. Il suo invaso artificiale è però alimentato da uno degli affluenti del Reno in territorio italiano.

La diga è del tipo ad arco-gravità, con volta a doppia curvatura, e ha una lunghezza al coronamento di 690 metri, all'epoca della costruzione la più ampia del mondo. Con un’altezza di 141 m, crea un bacino di 197.000.000 di m3

I materiali necessari per la realizzazione dell’opera, fra cui circa 12.000 quintali di cemento al giorno, arrivavano al cantiere attraverso un sistema di teleferiche in grado di coprire una distanza di 14 chilometri.

Lo sbarramento della Val di Lei fa parte del complesso idroelettrico dell'Alto Reno Posteriore (Hinterrhein), un sistema integrato che attraverso un gruppo di tre centrali energetiche produce annualmente 1.325.000.000 di kWh di energia.

I lavori per la sua costruzione iniziarono nel 1957, terminando dopo soli tre anni con largo anticipo sui tempi contrattuali previsti.

Principali dati tecnici:
Sviluppo coronamento: 690 m
Altezza: 141 m
Volume invaso: 197.000.000 m3

Calcestruzzo: 220.000 tonnellate

 

NUMERO SPECIALE 03/08/2016UNA LINGUA AZZURRA TRA LE ALPI

LA DIGA SULLA VAL LEI È UN PARADISO PER GLI AMANTI DELL’ALTA MONTAGNA

ALTRI PROGETTI: Svizzera