Progetto idroelettrico di Rogun

Nome progetto:
Progetto idroelettrico di Rogun


Paese:
Tagikistan

Cliente:
OJSC "Rogun HPP" Open Joint-Stock Company

Tipologia di contratto:
EPC

Valore:
$ 3,9 miliardi

Inizio lavori:
2016

Durata prevista:
138 mesi

Rogun è la diga dei record: la più alta del mondo e la più potente della regione. Da sola avrà il compito di raddoppiare la produzione energetica del Tagikistan.

Il progetto prevede la costruzione sul fiume Vakhsh nel Pamir, una delle principali catene montuose dell’Asia centrale, di una diga in rockfill e nucleo di argilla alta 335 metri, la più alta del mondo.

L’accordo tra Salini Impregilo e OJSC “Rogun Hydropower Project” (la società controllata dal governo che coordina la realizzazione del progetto), che permetterà lo sfruttamento dell’immenso potenziale idroelettrico del Pamir, prevede in tutto la realizzazione di quattro lotti. 

I primi lotti prevedono la deviazione del fiume Vakhsh che sarà fatto confluire in due gallerie di deviazione realizzate sottoterra, in modo da mettere all'asciutto le fondamenta della diga. Un'operazione molto complessa che, per via della portata idrica del fiume, potrà essere completata solo nei mesi invernali, quando le montagne sono innevate e il livello dell'acqua si riduce.

Una volta completato tutto il progetto, la produzione energetica sarà garantita da 6 turbine da 600 MW ciascuna che, a piena capacità, avranno una potenza installata di 3.600 MW, pari a 3 reattori nucleari.

L'enorme potenziale energetico della nuova diga permetterà al Tagikistan di diventare un punto di riferimento regionale nel settore, raddoppiando l’attuale produzione energetica del paese e contribuendo in misura fondamentale alla riduzione delle carenze energetiche che si verificano ogni anno d’inverno.

 

OPERE E PROGETTI - 06/07/2016ROGUN, LA DIGA DEI RECORD

LA DIGA PIÙ ALTA DEL MONDO SARÀ REALIZZATA DA SALINI IMPREGILO IN TAGIKISTAN