Australia, modello per costruire le infrastrutture intelligenti del futuro: Salini Impregilo presenta a Sydney il nuovo rapporto su “Flexible Cities” dell’Economist Intelligence Unit

NOTA STAMPA

Milano, 20 Novembre 2018 – L’Australia punta sulle nuove “flexible cities” per affrontare una ulteriore vertiginosa crescita del 40% della popolazione fino al 2040, concentrata per il 75% nelle 4 città principali: Sydney, Melbourne, Brisbane e Perth. La battaglia che il paese sta conducendo per mantenere uno dei più elevati tenori di vita a livello mondiale può essere vinta anche grazie alle “flexible cities”, città costruite oggi per essere intelligenti anche nel futuro, con le tecnologie digitali che stanno rivoluzionando lo scenario dello sviluppo urbano.

Queste le conclusioni del nuovo Rapporto “Flexible Cities. The Future of Australian Infrastructure” (Città flessibili. Il futuro delle infrastrutture in Australia) realizzato da The Economist Intelligence Unit – EIU, sponsorizzato da Salini Impregilo e presentato oggi a Sydney nell’ambito del primo evento internazionale organizzato su “flexible cities” nel paese.

L’evento è stato organizzato in partnership con la University of Technology Sydney (UTS), considerata la migliore università in Australia tra quelle di recente costituzione, con cui Salini Impregilo ha recentemente firmato un accordo di collaborazione di lungo periodo per il sostegno di giovani ingegneri.

“Abbiamo moltissimo da imparare dall'Australia, un paese con una visione chiara e di lungo periodo sugli investimenti infrastrutturali," ha affermato Pietro Salini, Amministratore Delegato di Salini Impregilo. “Speriamo di poter fare parte di questa visione, portando nel paese l'esperienza acquisita nei progetti infrastrutturali più sfidanti del mondo, come il nuovo Canale di Panama, il progetto fatto a Lake Mead vicino a Las Vegas, o le metropolitane che stiamo costruendo a Copenaghen, Milano, Parigi, Lima, Riad, Doha .”

L’Australia sta investendo in forma massiccia in infrastrutture e a maggio 2018 ha annunciato un investimento di 75 miliardi di dollari, per interventi focalizzati soprattutto nel settore dei trasporti urbani per una mobilità sostenibile, per il quale si prevede la creazione di circa 50.000 nuovi posti di lavoro diretti ed indiretti.

Keynote speaker dell’evento Carlo Ratti, Direttore del Senseable City Lab presso il Massachusetts Institute of Technology - MIT, negli Stati Uniti, considerato tra i 50 piu influenti designer in America ed esperto delle tecnologie intelligenti che cambieranno le infrastrutture urbane per una migliore fruizione da parte dei cittadini.

Salini Impregilo ha appena comunicato che la regione Asia e Australia rappresenta nel 2018 il 24% della pipeline complessiva delle attività commerciali del Gruppo selezionate e perseguite, incluse le prequalifiche.  La società sta partecipando in Australia a gare per alcuni dei progetti piu sfidanti nel paese in vari stati, in particolare in Queensland e in New South Wales. In quest’ultimo stato ha appena completato lo skytrain bridge ed il viadotto per il progetto Sydney Metro Northwest, parte del più grande progetto di trasporto pubblico nel paese (Sydney Metro) e premiato con il 2018 Project of the Year award, dalla rivista statunitense specializzata del settore, Engineering News-Record (ENR). Nello stato del Western Australia Salini sta realizzando un altro progetto estremamente sfidante, il Forrestfield-Airport Link, volto ad offrire un miglior collegamento alle zone periferiche con il centro di Perth.

Copia del rapporto “Flexible cities. The Future of Australian Infrastructure” può essere scaricato dal sito www.salini-impregilo.com.au.

 

Flexible Cities.
Advancing Australia

Flexible cities. The future of Australian infrastructure

Flexible Cities. The Future of Australian Infrastructure

Photogallery
 

Dicono di noi

#related:8839#

DOWNLOAD

Data pubblicazione: