Il Premier Conte visita a Doha la metro e lo stadio Al Bayt

NOTA STAMPA

Doha, 3 Aprile, 2019 – Il primo ministro italiano Giuseppe Conte, in occasione della sua visita ufficiale in Qatar, ha avuto la possibilità di visitare anche due infrastrutture che Salini Impregilo sta consegnando nei prossimi mesi: la nuova metro, la Red Line North, e lo stadio Al Bayt nella città di Al Khor che ospiterà la coppa del mondo FIFA nel 2022.

L’obiettivo della prima fase della nuova rete metropolitana di Doha è quella di trasportare entro un anno 600.000 passeggeri al giorno.

L’opera rientra all’interno della Qatar National Vision 2030, il programma strategico che il Qatar ha lanciato per diversificare la sua economia e diventare meno dipendente da petrolio e gas.

La linea commissionata da Qatar Rail a Salini Impregilo e i suoi partner nella joint-venture ISG, consta di 7 stazioni e 13,4 chilometri di tunnel, scavati impiegando 4 Tunnel Boring Machine – TBM che hanno lavorato su tunnel paralleli.

Il progetto è stato realizzato seguendo i più alti requisiti di sostenibilità e di sicurezza. Nel 2017 il progetto ha vinto il premio Qatar Sustainability Awards (GSAS). Nel 2018 la joint-venture è stata premiata con il RoSPA Silver Award per l’elevato livello di prestazioni in materia di Salute e Sicurezza per l’anno 2017, attestandosi tra le best practices del settore. Il riconoscimento è stato assegnato dalla Royal Society for the Prevention of Accidents, istituzione britannica che annualmente premia le organizzazioni di tutto il mondo che si sono distinte per il loro impegno nella prevenzione di incidenti e nella tutela della salute negli ambienti di lavoro.

Lo stadio Al Bayt, già visitato nei giorni scorsi dai vertici della A.S. Roma, rappresenta come la metro una delle opere su cui il Qatar sta investendo per diversificare la sua economia con infrastrutture che puntano su innovazione, bellezza e sostenibilità ambientale. La costruzione dello stadio, in grado di accogliere 60.000 spettatori, è stata assegnata a Salini Impregilo nel 2015 dalla fondazione governativa Aspire Zone, incaricata dello sviluppo delle infrastrutture sportive del Paese. 

 

DICONO DI NOI

#related:9466#

DOWNLOAD

Data pubblicazione: