Progetto Italia: lettera di Pietro Salini alle persone Salini Impregilo

Progetto Italia. Un nome che in questi giorni avete letto ed ascoltato spesso sia sui media nazionali che sui nostri canali di comunicazione. Un’operazione industriale di cui finalmente posso parlare apertamente per raccontarvi in prima persona ciò che sta accadendo nella nostra azienda.

Questi mesi sono stati molto importanti per il nostro Gruppo sia dal punto di vista societario che dal punto di vista dello sviluppo del business. Di fronte alla crisi che il settore sta vivendo in Italia abbiamo deciso di aprire un tavolo con tutti gli interlocutori - aziende, banche e istituzioni - per dare vita a quello che io considero un sogno: la realizzazione di un polo nazionale delle costruzioni con ambizioni globali, che unisca competenze diverse e dia la possibilità di competere alla pari con i grandi attori internazionali.

La nostra azienda ha avuto negli ultimi dieci anni uno sviluppo incredibile, nonostante la crisi del mercato domestico: la nostra capacità di guardare lontano a mercati più sicuri e profittevoli, la nostra tenacia e le nostre competenze ci hanno consentito di eccellere, anche se messi continuamente alla prova in alcuni dei progetti più sfidanti a livello globale. Siamo andati a cercare le migliori opportunità all’estero, abbracciando un approccio multi-domestico e avvalendoci delle competenze di persone di più di 100 diverse nazionalità.

Ci siamo spinti lontano, ma non abbiamo mai dimenticato l’Italia, il paese dove la nostra azienda è nata e dove esiste un mercato con grandi potenzialità che crediamo fermamente vadano riattivate, un mercato con opere pubbliche ferme per € 36 miliardi, e 30.000 persone coinvolte, per le quali vogliamo fare anche noi la nostra parte.

Progetto Italia parte da un progetto industriale che ha l’ambizione di creare un gruppo internazionale ancora più grande, in grado di competere con i principali player del settore, capace di presentarsi sul mercato entro il 2021 con un fatturato di € 14 miliardi, un portafoglio di € 62 miliardi. Dieci anni fa questo era solo un sogno, ma oggi stiamo lavorando per realizzarlo, proiettando il nostro Gruppo in un nuovo scenario globale e creando insieme valore non solo per la nostra azienda, ma anche per l’Italia.

Ci attendono mesi intensi, complessi e sfidanti. Mesi di lavoro duro e di importanti cambiamenti. Mesi in cui il contributo di tutti sarà fondamentale per costruire uniti questo sogno, di cui potremo andare fieri, perché rappresenta un ulteriore passaggio di crescita per una azienda che ha dimostrato che con il coraggio, le competenze e la passione si può andare lontano.

Da parte mia vi assicuro l’impegno a continuare a tutelare la stabilità e la crescita del nostro Gruppo, affinché il nuovo soggetto pronto a nascere, anche con un nuovo nome, possa rappresentare i valori e l’esperienza che Salini Impregilo ha consolidato in Italia e in tutti in paesi in cui opera. Consapevole dell’impegno quotidiano che ognuno di voi profonde quotidianamente in ogni singola attività, della vostra grande passione e grande senso di esponsabilità che ci accomuna, sono certo di poter continuare a contare su ciascuno di voi per intraprendere questa nuova sfida.

DOWNLOAD

Data pubblicazione: