Salini Impregilo: 50 giovani ingegneri italiani per gli Stati Uniti. Al via la seconda edizione del programma Tomorrow's Builders

NOTA STAMPA

Milano, 26 gennaio 2018 – 50 giovani ingegneri italiani saranno assunti da Salini Impregilo per lavorare negli Stati Uniti. “Salini Impregilo continua ad immaginare il suo futuro insieme con i giovani talenti che saranno i nostri nuovi manager”. Così Pietro Salini, Amministratore Delegato Salini Impregilo, lancia il nuovo piano di selezione per giovani ingegneri, stavolta incentrato sugli Stati Uniti, nell’ambito del piano pluriennale “Tomorrow’s Builders”.  Dopo il successo della prima edizione, che ha permesso l’assunzione di 100 talenti, il nuovo programma prevede l’inserimento di 50 giovani ingegneri italiani nelle commesse del Gruppo negli Stati Uniti. Un piano di attraction e di formazione che rientra nel più ampio progetto di crescita, sviluppo e consolidamento del business di Salini Impregilo nel Nord America.

“Continuiamo con la tradizione di favorire l’accumulazione del capitale umano in Italia per costruire infrastrutture uniche negli oltre 50 Paesi in cui Salini Impregilo è presente”, commenta Salini. “Vogliamo capitalizzare sulla formazione accademica di eccellenza del sistema universitario italiano, a cui anche noi contribuiamo con il programma di Master di primo e secondo livello in ‘International Construction Management’, svolto in collaborazione con il Politecnico di Milano. Vogliamo partire da questa formazione e dal talento che tanti giovani esprimono in Italia per affiancare nuove risorse e nuova linfa ai nostri professionisti, e disegnare insieme il futuro delle infrastrutture nel mondo che vogliamo. Far parte del nostro Gruppo - prosegue Salini - significa unirsi a 35.000 persone con competenze altamente specializzate, una realtà dinamica e competitiva con un ricco patrimonio di passione, conoscenza ed esperienza. E significa avviare una carriera internazionale in uno dei paesi che in questo momento esprimono la maggiore attenzione al settore delle grandi infrastrutture, con la prospettiva di crescere professionalmente passando poi dagli USA ad altri cantieri in altri paesi, con la speranza di avere un giorno nuove opportunità anche in Italia, per riportare in Italia le competenze esportate nel mondo.”

Salini Impregilo, con una forza lavoro sotto ai 35 anni pari al 55% a livello globale, consente a profili junior di intraprendere un percorso professionale strutturato, attraverso esperienze di rotazione interfunzionale all’interno delle commesse o nelle sedi, con l’obiettivo di farli diventare i manager del futuro.

Il programma Tomorrow’s Builders USA si caratterizza per la possibilità di avviare sin da subito un percorso di formazione e carriera internazionale per giovani talenti in un mercato chiave ed in continua crescita per il Gruppo. I candidati costruiranno il proprio percorso professionale in ambito internazionale attraverso un programma formativo volto all’apprendimento di competenze chiave per ricoprire ruoli di crescente responsabilità nel mondo della costruzione delle grandi opere. I requisiti richiesti per poter accedere alla selezione sono la laurea magistrale/specialistica in Ingegneria Civile, Ingegneria Meccanica, Ingegneria per l’Ambiente e il Territorio, Ingegneria dei Sistemi Edilizi, Ingegneria Edile-Architettura, Ingegneria Edile, Ingegneria Gestionale e discipline scientifiche affini. Necessari inoltre due anni di esperienza professionale in commesse di grandi opere a livello nazionale o internazionale e la conoscenza fluente della lingua inglese.

“L’assunzione dei giovani talenti resta per la società una priorità strategica e non tattica, da curare come una dinamica di lungo periodo, non legata ad una necessità contingente, ma inserita in un percorso di sviluppo per la crescita nei prossimi 20 anni. Una strategia che conferma la vocazione della società verso l'eccellenza attraverso l'investimento sul capitale umano”, conclude Pietro Salini.

 

DOWNLOAD

Data pubblicazione: