Salini Impregilo cambia nome “Per creare un polo nazionale”

Milano, 31 maggio 2019 - Intervistato dal Corriere della Sera, Pietro Salini racconta la visione strategica sottostante il Progetto Italia, il piano volto a dar vita a un gigante nazionale che possa supportare la ripresa del settore in Italia ed essere più competitivo sui mercati internazionali.

Per dare corpo a questa realtà, che creerà valore non solo per il Gruppo, ma anche per il paese, Salini Impregilo è disposta a rinunciare al proprio naming e a sposarne uno condiviso con tutti gli attori che credono in questa visione, sia imprenditoriali che istituzionali.

Progetto Italia è una operazione industriale di sistema e di lungo periodo che mira a riunire sotto un'unica realtà i maggiori player italiani del settore delle infrastrutture per garantire la ripresa in Italia, e con essa l’occupazione di 70.000 persone nel breve termine in italia, creando 400.000 posti di lavoro nei prossimi anni, spingendo il paese a riattivare cantieri da 36 miliardi di euro attualmente bloccati su 14 regioni e contribuire al PIL italiano con un’ulteriore spinta stimata intorno al 0,3%.

Il nuovo player, grazie alla messa in comune di specializzazioni verticali di settore, potra essere piu competitivo sui mercati internazionali, raggiungendo dimensioni allineate ai competitor e tali da poter cogliere le migliori opportunità sui mercati globali.

Il nuovo soggetto industriale mira infatti a raggiungere un portafoglio ordini di oltre € 60 miliardi di euro e circa € 12-14 miliardi di fatturato.

 

DICONO DI NOI

#related:9664#

DOWNLOAD

Data pubblicazione: